feb 18, 2012 | Post by: Hari No Comments

I tre livelli della Humanistic Hari Yoga School

La Humanistic Hari Yoga School è un processo. Esso include: hata Yoga, raja yoga e sahaja yoga. L’hata yoga è lo yoga che abbraccia i sensi. Posture, respirazioni, rituali specifici, fanno parte di hata yoga. In senso più stretto l’hata yoga è la purificazione dei canali sottili del corpo. Una volta purificato, il corpo può contenere maggiore energia. Questo è un fattore importante poichè l’energia compie un lavoro sottile che purifica strati sempre più profondi della mente. Il primo anno della scuola di Yoga si praticano posture, pranayama, sospenzioni e chiusure che innalzano, dirigono e concentrano l’energia in determinate aree. Il secondo anno si pratica il raja yoga. Quest’ultimo rappresenta il ritiro dei sensi e l’introversione della mente. La pratica si concentra nella meditazione profonda. Ne scaturisce una chiara coscienza del Sè, chi sei veramente. Queste esperienze e la meditazione stabilizzano il prana e la coscienza nella Verità. La mente si consuma gradualmente e si manifesta la Realtà. Sto parlando di esperienze reali e non sensazioni. La Realtà è uno stato di Unità in cui non c’è io. Se ci fosse io ci sarebbe dualità e interpretazione. Per la maggior parte dei ricercatori questa è un’esperienza ancora incompresa. L’assenza di io si realizza con l’aiuto di un insegnante qualificato. I tranelli evolutivi sono davvero sottili. Il terzo e ultimo anno della scuola di Yoga si apre al Sahaja Yoga o Yoga Naturale. Lo Yoga Naturale è lo Yoga che accade spontaneamente grazie alla resa della volontà personale e l’abbandono al flusso dell’energia divina. Posture, pranayama, e altre esperienze yogiche accadono allora in modo spontaneo senza doverlo imparare da qualcuno. Questa è la vera manifestazione dello Yoga. Il Samadhi stesso è la conseguenza finale della totale resa al divino. Questi tre Livelli di insegnamento sono conditi da insegnamenti pratici sulla vita quotidiana: le relazioni, la comunicazione, i blocchi interiori, l’etica, l’amore, il servizio, la devozione, lo studio dei testi sacri, l’azione senza azione, lo scopo della vita. Gli incontri non mirano a trasmettere questi principi come in una conferenza, ma attraverso un vero e proprio percorso di riscoperta interiore. Elevare la vita e scendere nelle profondità del Sè, è un’arte che non si può imparare solo attraverso i libri. Il gruppo rappresenta un aiuto molto importante nel superamento degli ostacoli e nell’entusiasmo che si crea nell’amore reciproco. Gli incontri sono infatti il luogo ideale dove accade l’apertura e l’intimità. Il mio augurio va a coloro che hanno deciso di aprirsi a questo meraviglioso percorso e un pensiero di gratitudine ai veterani che sosterranno i nuovi arrivati attraverso il servizio e le assistenze ai corsi. L’assistenza e il servizio disinteressato sono una cosa preziosa, fulcro e espressione di uno stile di vita e di una vera famiglia spirituale.
Con amore
Hari

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *