Mar 26, 2012 | Post by: Hari No Comments

Il Grande Equilibrio

Le persone, se pur attratte dalla ricerca spirituale, allo stesso tempo la temono. Credono che possa togliergli le sicurezze che si sono create nel tempo. Queste sicurezze sono tuttavia fittizie e moriranno come morirà il corpo. Nessuna cosa a questo mondo è davvero certa. Tuttavia ci ostiniamo a credere che ci sarà una certezza. Ci aggrappiamo alle cose, agli altri, in fine anche ai problemi. Nasce così Mario, Giovanni, Luca, Elena, Gunter, Chiara ……. l’Io che ci definisce. Diventiamo persone, e anche se questo è solo un sogno della mente, ci vogliamo credere fino alla morte. La meditazione spegne gradualmente l’Io. L’ego va attraverso la sua morte, ma in cambio siamo liberi e godiamo di una prospettiva sempre più ampia, silenziosa, e assoluta. All’inizio non sappiamo che questo ci rende davvero felici e ancora ci rifugiamo nella nostra petrsonalità, ma quando scopriamo chi siamo veramente, facciamo l’esperienza più bella della vita e desidereremmo sempre dimorare nella Verità. Ma l’ego è furbo e ancora mischierà le carte e ci farà dimenticare. Non importa, quello che conta è cosa facciamo realmente. Seguiamo il mondo o la Verità. Seguiamo il mondo o l’anima? Seguire l’anima, cercare la Verità richiede un grande equilibrio. Da una parte scompaiono i nostri pensieri, dall’altra il mondo ci chiede di averne. Il nostro io si assottiglia e il mondo ci implora di essere qualcuno. Ma accade qualcosa di magico che spesso, molto spesso nessuno osserva: siamo presenti a qualcosa di più grande. Non ci interessa più fare festa, ma ascoltare il silenzio. Non seguiamo più i grandi movimenti umani, ma il sotterraneo flusso dell’amore che scorre da un cuore all’altro. Non cerchiamo più di apparire, ma stiamo bene anche da soli. Allora cosa ci stiamo a fare qui? Stiamo lasciando questo sogno. Non è questa una grazia infinita? Col sogno scompare il dolore, le gioie illusorie, scompaiono Gunter, Hari, Laura, Chiara, Monica, Luca, Giovanni. Scompare l’io. Dove va tutto questo? Da nessuna parte, solo questo: non va più da nessuna parte….resta in Sè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *