Apr 09, 2013 | Post by: Hari No Comments

L’amore divino

Come può esistere cosa più grande dell’amore verso Dio. Dio è la nostra natura intrinseca. Siamo figli dello stesso Dio e siamo una espressione della sua infinita energia. Il viaggio dell’uomo si sviluppa nel percorrere la strada del ritorno. In questo viaggio nasce lo Yoga, la scienza che attraversa il mondo umano per estendersi e varcare le soglie della natura divina di ogni essere. la vera felicità, la gioia che cerchiamo, nasce dall’incontro con quella nostra natura reale. parlando di Dio si immagina sempre qualcosa di estraneo, un essere che ci giudica e ci colpisce per punirci. Ma nessuno di noi, nessuno è un peccatore da punire. Ogniuno di noi è parte indissolubile di Dio, come potrebbe questa natura punire se stessa? Sarebbe davvero un Dio sciocco. Lo Yoga insegna attraverso la pratica e permette di vivere sulla propria pelle questo incontro con il proprio “io” reale, ciò che chiamiamo Dio. Ecco, siamo proprio noi. Per raggiungere questo stadio di consapevolezza non serve rimproverarsi, ma amarsi per ciò che si può e si riesce a fare. Amando se stessi, si ama anche Dio, le due cose sono medesime. Lo Yoga tramandato dal nostro lignaggio di Maestri: Lakulisha, Kripalvananda, Rajarshi Muni, Sri Yogeshwar, è il Sahaja Yoga, lo Yoga della resa. La resa è la naturale capacità di noi esseri umani di affidarci ale energie divine. Queste energie sono le stesse che governano ogni altra forma nella natura. Come due poli magnetici, uomo e Dio si cercano. Arrendersi a Dio significa accettare di riunirsi al proprio reale “io”. Vivere gli insegnamenti dei grandi Maestri è come vivere nella grazia di chi ha prima di noi accettato la sua unità col divino. Gesù, Babaj, Krshna, Shiva, Rama, e molti altri esseri sono l’esempio vivente di come la ricerca spirituale porti alla vera gioia dell’anima.

Hari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*