Gen 16, 2012 | Post by: Hari No Comments

Riposare nel Sè

Osservo lo spazio, lo sfondo che sempre, sempre è presente. Sono io, quello sono io. Mi lascio andare, mi apro a questo e fluttuo in un riposo profondo. Sono sveglio, sono cosciente, ma non sono nel sogno della vita. Tutto appare come un miraggio: Hari, Gunter, colui che medita, li col suo corpo seduto che cerca qualcosa. E’ tutto un sogno. Io sono pura consapevolezza senza attributi. Mi pervade un senso di beatitudine e mi sembra che le labbra, la pelle, le fibre del mio corpo si gonfino d’amore. Sono le “nadi”, i canali energetici, in cui scorre questo amore. Accetto senza definire e mi lascio ancora al Sè, alla pura coscienza dove dimoro e SONO da sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *