Dic 18, 2011 | Post by: Hari No Comments

Un nuovo modo di lavorare

Il nuovo modo di lavorare è già presente. Molti si stanno accorgendo che il mio modo di insegnare sta cambiando. Oggi le persone hanno bisogno di sperimentare piuttosto che osservarsi e basta. Il nuovo metodo che utilizzo nei corsi, è un movimento sinergico di due aspetti: la meditazione e la vita. Mi spiego meglio: la meditazione è quella parte della ricerca che si rivolge alla Verità; è di fatto la ricerca di chi siamo realmente. la vita è quella parte del processo di crescita che induce all’espressione di se stessi nel mondo manifesto. E’ il LILA, il gioco della vita. Il mio metodo unisce questi due mondi, queste due direzioni, dandogli una forma unica che si traduce in maestria liberata. Entrare nel dettaglio di questo nuovo modo di lavorare diventerebbe complesso, dovrei scrivere un libro; ma si tratta di qualcosa di rivoluzionario che sta dando risultati evidenti. Chi sta seguendo la Via del Dharma si accorge degli effetti di questa sinergia. E’ il modo per portare la Verità nella vita e la vita più vicina alla Verità. I corsi sono opere d’arte irripetibili e il mio metodo si muove sempre più verso un’assenza di punti prestabiliti. Tutto viene deciso e creato in base a ciò che c’è, a ciò che il sistema o il gruppo presenta. Allora ogni cosa è giusta in quel momento. Pur seguendo una struttura che prevede l’insegnamento dei principi universali e la realizzazione dello Yoga (Unione col Sè), la tela si presenta libera e l’insegnamento segue l’impulso creativo che scaturisce dalle relazioni presenti nel gruppo. Ogni individuo è importante, non solo come individuo a se, ma come parte di un sistema: il gruppo. Il mio modo di guardare a questo è guardare anche verso un progetto più ampio che è la realizzazione di una realtà spiritualmente più matura. Da questo nasce il Mauna Village ossia la nostra comunità. E’ il tentativo di vivere su un piano più vero, profondo, reale. Il nuovo metodo di lavoro troverà il suo apice nella Humanistic Hari Yoga School che partirà in febbraio. Quello sarà il terreno sul quale si sviulupperà una nuova dimensione che darà forza a quella che c’è già.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*